Loading...
Il Plastico 2018-03-01T00:14:58+01:00

Il modulare del gruppo CV19 è in continua evoluzione, ben diverso da quello esposto la prima volta a Verona nel dicembre del 2006, il plastico è oggetto di miglioramenti estetici tecnologici e funzionali senza l’immancabile aggiunta di nuovi moduli.
I moduli provengono da tutto il nord italia: sono rappresentate al momento le province di: Imperia,Genova, Torino, Trieste, Varese, Bergamo, Brescia, Modena, Bologna,
Venezia, Pordenone. Tutti i moduli sono in scala H0 e rispettano le norme CV19 ed adottano il profilo FREMO B96, profilo collinare.
La linea è rigorosamente a binario singolo elettrificato, recependo anche sul piano della palificazione lo standard Fremo di recente attuazione.
Le norme CV19 tra le altre cose standardizzano anche l’epoca, il ghiaino della massicciata,il ghiaino dei camminamenti, il colore del manto erboso in prossiimità
delel testate, ed il colore del profilo esterno al fine di dare continuità ai moduli.
Oltre ai moduli di piena linea sono stati costruiti moduli rappresentanti stazioni di passanti, fermate , una stazioni di testa, una fonderia, un mulino, uno scalo merci (ispirato a Bologna San Donato) permettendo un buon traffico ferroviario ed una notevole varietà di manovre.
Naturalmente l’esercizio è in DCC e tutti i moduli sono forniti dell’elettronica necessaria a segnalare che quella tratta di binario è occupata da un treno.
Le stazioni sono gestite con software per la gestione degli itinerari.


Ecco la disposizione dei moduli nella prima uscita ufficiale il 2-3 dicembre 2006 a Verona nel corso del model Expo.

Dopo 4 anni il numero dei moduli è raddoppiato.

Qui si può vedere lo schema di disposizione dei moduli nella nel corso del model Expo 6-7 marzo 2010 sempre a Verona

Scarica le norme costruttive di CV19.